prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
CICCIO SULTANO
Lunedì 20 Giugno 2005, ore 20:30
Trattoria
via Pozzo delle Cornacchie 25, Roma

I GIUDIZI DI CICCIO SULTANO

Scuochi si conferma un gioco che tutti i protagonisti prendono sportivamente sul serio, per la qualità dei piatti proposti, per la serietà mostrata nell'esecuzione e, soprattutto, per il coinvolgimento dello chef. Ciccio Sultano, ha ricostruito ogni ricetta, mettendo in evidenza gli aspetti positivi e suggerendo la sua personale soluzione, a dimostrazione che Scuochi non è un duello accademico tra chef trasformati in critici e giornalisti eletti cuochi, ma una sana occasione per imparare a conoscersi.
Tutto ciò esalta l'aspetto umano e mette in secondo piano il ruolo sociale: non si cucina e basta e non si scrive e basta.

Gioacchino Bonsignore
Iniziamo dalla Caponata di Gioacchino Bonsignore, piatto così siciliano da aprire un’immediata digressione sulle infinite versioni. Ciccio Sultano ha detto:
“Ci ritrovo la personalità dell’autore e un forte senso della convivialità. Ma, il polpo, si cuoce solo 15 minuti, lasciandolo nella propria acqua con il limone. L’aceto era troppo forte e, per renderlo più interessante, l’avrei passato sulla piastra, rendendolo croccante”.

Andrea Golino
È stata poi la volta del primo piatto di Andrea Golino così sintetizzato:
“Grande presentazione e buon profumo. Un po’ asciutto. Dall’esecuzione si capisce che Golino è allenato. Sbagliato, però, l’uso dei capperi che ha provocato un effetto “sottaceto”. Avrei tostato le mandorle”. Per le pressioni dei commensali, nonostante la posizione salomonica di Sultano, i rigatoni sono risultati vincitori.

Andrea Cuomo
Il secondo piatto, rappresentato dalla Tagliata, ha sollecitato il seguente commento:
“è un buon piatto con cottura perfetta. Ciò nonostante, resta lontano dalle mie corde. È un buon esempio dell’importanza assoluta che ha materia prima”

Carlo Raspollini
Infine, il dolce di Raspollini, definito in quattro parole: “È molto mamma, casa. Buono. Non avrei messo lo zucchero a velo e manca di una nota croccante”.


   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email