prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
ENRICO BARTOLINI
Martedì 17 Marzo 2009, ore 20:00
Scuola della Cucina Italiana
Piazza Aspromonte 15, Milano

Alla mamma cuoca
di Laura Franchini



Ero una bambina magra e pallida che non mangiava mai. O meglio, mangiava poco, pochissimo. Quel tipo di bambina che desta le preoccupazioni di tutta la famiglia, in primis della mamma. La mia mamma era ed è, un’ottima cuoca. Florida, sanguigna, pedante, testona, in perenne lotta con la bilancia. Nasce da questo rapporto a tre, “la mamma-la figlia-la pappa”, il mio amore per il cibo, la mia grande passione, il fulcro delle mie scelte professionali. Senza scomodare le facili interpretazioni psicologiste e da ombrellone, tutto si concentra e ruota intorno ai sapori e ai ricordi della mia infanzia. I compiti di scuola accompagnati dal battere del coltello sul tagliere. I panini con la salsa verde condivisi con gli amici, che per un solo morso arrivarono ad offrirmi un posto nella squadra di calcio del condominio. A me, che ero così scarsa da non riuscire nemmeno a vederla, la palla. I panini con il prosciutto calati dal balcone con il filo, perché la mamma sapeva che non sarebbe riuscita a distrarmi dai giochi in cortile. Col tempo così, con i suoi escamotage e la sua genialità, ho preso peso. E col peso è arrivato il gusto e il piacere. E quando ci siamo a ritrovate a cucinare, i tortelli di zucca, dopo la morte del nonno, sono stata io a seguire i suoi gesti, per la prima volta impacciati e confusi. Al nostro rapporto, di donne prima che di madre e figlia, dedico ogni mia ricetta, ogni morso e ogni sorso.


GLI ALTRI AUTORI


GIANNA MELIS
Spaghetti con calamari e bottarga

FRANCESCA CIANCIO
Sugo alla genovese

ISIDORO TROVATO
Caponata atipica

   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email