prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
LUIGI POMATA
Giovedì 18 Settembre 2008, ore 20:00
Ristorante Safina by Filippo La Mantia
Loc. Pevero, Porto Cervo

Piatto altamente tossico, ma unico
di Vito Fiori



Il mio approccio con la cucina è legato all'istinto di sopravvivenza, tipico di tutti gli animali. Ho cominciato a ingegnarmi, provando anche a inventare qualcosa che per me era assolutamente originale, sin dai tempi dell'università. Avevo, e ho tuttora, un'anomalia culinaria dovuta ai miei personalissimi gusti: odio l'aglio e la cipolla, e il prezzemolo crudo mi fa schifo. Infatti sono sempre oggetto di critiche da parte dei miei ospiti. , e via con i soliti sfottò. Da bambino mia madre mi rimproverava puntualmente nel vedermi ornare i bordi del piatto con pezzi di cipolla e prezzemolo. Insomma, non mi piacevano, e con il passare degli anni, adesso ne ho 50, ho scoperto che la mia idiosincrasia era fondata su un concetto molto semplice: aglio e cipolla hanno un sapore orrido ed è bene starne lontani. Non è un caso se nella ricetta che proporrò giovedì sera non ci sia traccia di questi due invadenti invasori culinari,
diventati autentici tiranni dei fornelli. In ogni caso, non per tirare acqua al mio mulino, che poi è quello che sto facendo, gli amici che vengono a casa se ne vanno sempre piuttosto soddisfatti. Il che non significa nulla, direte voi, anche perché stavolta i giudizi non spetteranno ai miei ristretti adulatori, abituati a lodarmi con qualche bicchiere di rosso in più. Senza vino non oso neanche immaginare cosa potrebbero dirmi.


GLI ALTRI AUTORI


GILBERTO ARRU
Minestra con frue

MARTINE FREY
Zuppa di cipolle

NARDO MARINO
Sardine al forno con patate

   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email