prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
UGO ALCIATI
Mercoledì 27 Giugno 2007, ore 13:00
GUIDO Ristorante
via Fossano, 19, Pollenzo (CN)

La dolce estate
di Giovanna Ruo Berchera



Ho voluto preparare questo tris di dolci per rappresentare la pasticceria estiva del Piemonte collinare utilizzando i prodotti del territorio. Il “parfait” (o perfetto o semifreddo) che si può anche preparare con una meringa all’italiana anziché con una meringa cotta a bagnomaria trae origine dalla cucina nobile e borghese dei secoli passati. Ricette di “parfait” o “dolci ghiacciati” o “zabaioni ghiacciati” si trovano sugli antichi ricettari piemontesi tra la fine del Settecento e l’Unità d’Italia. Presero poi piede in tutti i menu borghesi delle feste estive di inizio Novecento. Le pesche ripiene sono una preparazione tipica delle feste patronali estive di quasi tutto il Piemonte. G.B. Cena in un articolo dedicato alle feste canavesane apparso sulla "Gazzetta del Popolo" dell'8/10/1893 ne descriveva i piatti più emblematici, tra cui le pesche ripiene, portate a cuocere dalle massaie nei forni pubblici del paese. La crostata, invece è un dolce appartenente alla pasticceria classica. Tuttavia assume una connotazione piemontese con la presenza: della nocciola Tonda Gentile delle Langhe nell’impasto della pasta frolla; della crema zabaione al Moscato su di essa (al posto della classica crema pasticcera) e delle pesche del Roero legate dalla gelatina di Moscato.


GLI ALTRI AUTORI


BOB NOTO
Vitello stonato

LUCA FERRUA
Spaghetti and meat balls (Piedmont style)

GIACOMO MOJOLI
Coniglio ai profumi e sapori del Mediterraneo

   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email