prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
DAVIDE OLDANI
Lunedì 08 Maggio 2006, ore 20:00
La Scuola de "La Cucina Italiana"
Piazza Aspromonte 15, Milano

La grande passione
di Leonardo Romanelli



Mai pensato che cucinare fosse facile. È un atto d’amore estremo, considerando quanto è diffi cile avere un rapporto così intimo con un’altra persona: nutrire è quanto fa la madre con il proprio cucciolo. Ci vuole costanza, precisione, attenzione ai dettagli, cura nei particolari per cucinare bene. Troppo facile pensare al cuoco improvvisato che crea la ricetta con quanto trova in frigorifero: quando mai riuscirà a ripeterla, visto che gli avanzi saranno sempre diversi? Amo chi riesce a replicare ogni volta un grande piatto: è commovente chi riesce a proporre quotidianamente una superba pasta e fagioli, perché ogni giorno è diverso dall’altro. Si può essere arrabbiati, stanchi, nervosi, felici, entusiasti, e magari tutti questi sentimenti si notano nel piatto ma senza eccessi, senza sbavature, fanno capolino per far capire che ci sono un uomo e una donna a lavorare, ma l’essenza rimane integra.
Perché ho scelto una pietanza familiare? Le polpettine sono il piatto di affezione, rassicuranti, talvolta commoventi, complicate nel trovare il giusto equilibrio dei sapori. Il grande piatto pacifi catore della casa, il vero trait d’union di tutte le generazioni.


GLI ALTRI AUTORI


ALEX GUZZI
Vitello tonnato scomposto

ENZO VIZZARI
Panissa Vercellese

MASSIMO BERNARDI
Crema di mascarpone alle fragole

   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email