prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
FILIPPO LA MANTIA
Domenica 25 Settembre 2005, ore 13:00
Castello di Ama
Villa Ricucci, Gaiole in Chianti

La dolce sfida
di Pierluigi Franco



Pur avendo passione per i fornelli, non credo di avere vocazione di pasticciere. Non è un alibi: preferisco cimentarmi con i sapori forti più che concentrami sul dessert. Ma, se si accetta il gioco, bisogna giocare. E allora giochiamo. In casa non sono io l’addetto al dolce. In genere mi dedico ai primi e ai secondi piatti, lasciando questa fine arte a Paola. È lei, da buona torinese, a mescolar di cioccolato lasciando alla piccola Greta il compito dell’assaggio. E allora? Beh, allora l’occasione offerta dal Castello di Ama (resa ancor più occasione dalle ricorrenze genetliache del sottoscritto e del buon Filippo La Mantia) diventa, oltre che un piacevole incontro tra amici, anche una sorta di sfida in famiglia. Voglio dimostrare proprio alla mia metà di poter mettere anch’io mano a qualcosa di dolce. Per questo la scelta, non casuale, è caduta su una ricetta di sua invenzione: una mousse che comprende profumi delle due regioni dalle quali proveniamo. Dal cioccolato bianco viene un po’ di Piemonte e dallo zafferano l’inconfondibile aroma dell’entroterra d’Abruzzo. Si tratta della variante di un antico dolce abruzzese di tradizione pastorale, a base di ricotta e zafferano, dal sapore decisamente più forte. A garanzia dell’originalità dei profumi ho portato per l’occasione i fili dello zafferano che coltiviamo in famiglia seguendo rigidi canoni di antiche lavorazioni e di agricoltura biologica. La speranza è che il giudizio sfiori la sufficienza, permettendomi così di guardare con tranquillità al futuro...


GLI ALTRI AUTORI


ORNELLA D'ALESSIO
Branda Cujun

PAOLO CAVAGLIONE
Mezzi rigatoni di farro al ragout di cinghiale e porcini

LUCA ZANINI
Coda di rospo alla cacciatora

   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email