prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina prima pagina
   

4 giornalisti in cucina “mangiati” da
FILIPPO LA MANTIA
Domenica 25 Settembre 2005, ore 13:00
Castello di Ama
Villa Ricucci, Gaiole in Chianti

Un'autentica riserva
di Paolo Cavaglione



Sono una riserva. E, quindi, preparo il piatto di riserva. Quello inventato all’ultimo momento con l’aiuto di uno chef vero, ma mai cucinato. Il gusto del rischio, insomma. Dove il gusto, mi auguro, sarà vostro e il rischio, invece, è tutto mio.
Ma rischio volentieri annunciando sin d’ora che mi assumo tutte le responsabilità del caso (tranne quella di avvelenamento da funghi). Per quanto riguarda i Mezzi rigatoni di farro al ragout di cinghiale e funghi porcini potrei raccontare una storia assolutamente inventata sull’origine di questo piatto, tipo “era il piatto preferito da Caterina de’ Medici che per procurarsi un particolare tipo di cinghiale prometteva ai migliori cacciatori della sua terra cospicue quantità di talleri” oppure “questo piatto nasce ai primi del novecento dall’errore di un cuoco che aveva mal calcolato la quantità di pasta per i commensali e per arricchire il piatto aggiunse dei funghi” eccetera, eccetera (quante fantasie, quante panzane si raccontano per condire piatti e ricette....)
Invece no: sono sincero. L’idea me l’ha data l’amico Fabio Zago, valente chef de La Scuola de La Cucina Italiana che frequento per ragioni di ufficio. A me comunque l’onere di realizzarla. A voi il compito di giudicarla. Con riserva.


GLI ALTRI AUTORI


ORNELLA D'ALESSIO
Branda Cujun

LUCA ZANINI
Coda di rospo alla cacciatora

PIERLUIGI FRANCO
Mousse ai due profumi

   
 
   
 

via Mordini 35, 55100 Lucca t. 0583 050137 - email